Exchange 2010: forzare update offline address book

Quando Outlook è configurato per funzionare in “cache mode” viene utilizzata una copia della GAL (Global Address List) che il client scarica dal server Exchange e si porta in locale, la Offline Address Book.

Il processo di distribuzione della Offline Address Book passa attraverso tre step:

1) Update della OAB: è un processo schedulato sul server Exchange, di default una volta al giorno alle ore 5 am, eventualmente configurabile in maniera differente. Occorre tenere presente che se l’infrastruttura Exchange è molto

complessa ed il numero di utenti è elevato, l’operazione di update della OAB potrebbe influire sulle performance del server Exchange, in questo caso è meglio schedulare il processo in orari di basso utilizzo del servizio e non troppo frequentemente.

2) L’update della OAB genera un file contente una copia della OAB nel seguente percorso:

C:Program FilesMicrosoftExchange ServerExchangeOAB

Questa cartella è condivisa per consentire al server Exchange che funge da CAS di eseguire la “web distribution”

3) Il client Outlook, a seconda della versione, utilizza un diverso meccanismo per trasferire in locale la copia della OAB generata dal processo precedentemente descritto

– Outlook 2003 o precedenti: scaricano la OAB da una public folder di sistema

– Outlook 2007 e successivi: scaricano la OAB dal “web distribution point”, ovvero da una cartella pubblicata dall’IIS, che coincide con il seguente percorso sul server CAS:

C:Program FilesMicrosoftExchange ServerClientAccessOAB

 

Se si vuole forzare la generazione ed il download della OAB è necessario eseguire le seguenti operazioni:

 

1) Forzare update della offline address book dal server Exchange:

Da Exchange Management Console:

image

Oppure mediante il seguente comando Powershell:

Update-OfflineAddressBook -Identity <OfflineAddressBookIdParameter>

Esempio:

Update-OfflineAddressBook –Identity “Default Offline Address Book”

 

2) Restart servizio “Microsoft exchange File distribution”, responsabile della distribuzione della OAB

image

3) Da Outlok eseguire il download della OAB, mediante il comando “invia/ricevi” selezionando “Scarica la rubrica”.

 

Roberto